Tecnologie

Microscopio operatorio Kaps

IMG_1367_2Si tratta di un’attrezzatura modernissima utilizzata dagli odontoiatri che pretendono la perfezione nel loro lavoro. Grazie ad ingrandimenti dai 6 ai 30 x, infatti, il microscopio operatorio consente una visione più nitida del dente e delle sue eventuali imperfezioni, per questo l’intervento può raggiungere margini di precisione altissimi, con grandi vantaggi per l’estetica e la qualità del lavoro, che in questo modo diventa molto meno invasivo. E’ inoltre possibile registrare le immagini durante il momento della diagnosi come durante l’intervento in modo che il paziente possa prendere consapevolezza del lavoro da svolgere oppure eseguito nella propria bocca, lo stesso avrà modo di analizzare la situazione da vicino e di apprezzare la straordinaria tecnologia che oggi permette ai chirurghi di ogni branca medica di raggiungere risultati impossibili con le tecniche tradizionali.

Telecamere orali

IMG_1362_2L’avanzata tecnologia delle telecamere orali consente al medico di intercettare tutte le lesioni cariose altrimenti impercettibili con i metodi tradizionali e offre al contempo al paziente la possibilità di visionare tutti i dettagli della propria bocca nonché di seguire in diretta, sul monitor di un pc, l’intervento orale, lo stesso può essere registrato e divenire un valido supporto per l’archivio per aiutare a ricostruire la storia clinica del paziente. L’intero studio è informatizzato: la maggior parte delle attività avviene sulla rete interna dotata di tutti gli standard di sicurezza e protezione dei dati sensibili..

Radiobisturi

IMG_1377_2Il radiobisturi è l’evoluzione del vecchio elettrobisturi ed è indicato per i piccoli interventi di chirurgia gengivale compreso la scopertura di impianti sommersi.

Piezosurgery ( chirurgia piezoelettrica o ad ultrasuoni )

IMG_1397_2La chirurgia ultrasonica apre nuovi orizzonti nella chirurgia dei tessuti duri permettendo una minore invasività e una maggiore sicurezza. Il sistema di taglio micrometrico unito al taglio selettivo porta ad una maggiore precisione e sicurezza per i tessuti molli evitando ogni possibile lesione alle delicate strutture nervose; l’effetto di cavitazione rende il campo esangue con una maggiore visibilità della zona operatoria, un minore riscaldamento del tessuto osseo evita il rischio di necrosi ossea e quindi tutte queste caratteristiche si traducono per il paziente in una diminuizione dei tempi di riabilitazione, dei rischi operatorie riduzione del dolore.

Micromotore per Implantologia con fisiodispenser

IMG_1375_2Il micromotore per implantologia è una unità autonoma dedicata alla preparazione meccanica dei siti implantari. Permette il controllo della velocità di rotazione in un range tra 70 e 40.000 giri al minuto; la regolazione del torque di perforazione; la quantità di liquido di raffrddamento tramite una pompa peristaltica indipendente ed infine avendo al suo interno due motori indipendenti permette , anche in caso di guasto meccanico, di portare a termine l’intervento in assoluta sicurezza.

P-Max

IMG_1376_2Il P-Max è un apparecchio ad ultrasuoni dedicato alla cura delle parodontopatie ( infiammazioni gengivali) . Permette ,oltre all’ablazione del tartaro sopragengivale, di effettuare scaling meccanici ultrasonici e levigature delle radici per il trattamento iniziale della piorrea alveolare. E’ dotato di fisiodispenser in modo da poter erogare oltre alla soluzione fisiologica cocktail di farmaci specifici per il trattamento della piorrea.

Centrifuga per concentrato piastrinico ( PRP )

IMG_1370_2La centrifuga consente di ottenerer un concentrato di piastrine autologo con fattori di crescita attivato mediante trombina autologa. Le piastrine rivestono un ruolo centrale nella riparazione tissutale, partecipando a tutte le fasi del processo: dall’emostasi, in cui agiscono da “struttura”, all’infiammazione e al rimodellamento, cui contribuiscono secernendo numerosi fattori di crescita. Questi sono responsabili del richiamo al solito di lesione di cellule immunitarie prima, progenitori e precursori cellulari poi, che vengono successivamente stimolati a proliferare per rigenerare il tessuto danneggiato.Quando il processo della riparazione risulta rallentato o inibito, una strategia efficace è rappresentata dall’innalzare la concentrazione di piastrine e dei fattori di crescita da esse derivati nel sito di lesione, mediante l’applicazione di un gel o concentrato piastrinico.Per ottenere risultati clinici soddisfacenti, è innanzitutto necessario raggiungere valori di concentrazione piastrinica di 4-5 volte superiori rispetto ai livelli fisiologici. Altresì, è importante preservare la vitalità e la bio-attività delle piastrine durante la procedura di concentrazione, che risulta tanto più apprezzabile quanto più è efficiente e ripetibile in termini di resa.

Ortopantomografo

IMG_1350_2Lo studio è dotato di sala radiologica autonoma con possibilità di effettuare radiografie panoramiche delle arcate dentarie

Microdermoablatore e iniettore transdermico

IMG_1368_2Ultrapeel® Transderm® Meso® System è il dispositivo per veicolazione transdermica di farmaci approvato FDA per “local administration of ionic drug solutions into the body for medical purposes and can be used as an alternative to injections”. Ultrapeel® Transderm® Meso® System sinergizza la tecnologia di Dermoelettroporazione® per veicolare le sostanze con il microdermoabrasore Ultrapeel® per abbassare l’impedenza cutanea e facilitare il passaggio transdermico. Ultrapeel® Transderm® Meso® System è composto da: • Ultrapeel® II plus microdermoabrasore a controllo digitale. Per esfoliare la pelle e garantire la riproducibilità del trattamento, utilizzando cristalli di corindone presterilizzati e offrendo un controllo costante sulla profondità di azione. • Transderm® Meso® delivery display con applicatori. Per veicolare le sostanze in modo omogeneo e monitorare l’impedenza cutanea. • Erogatore digitale di precisione – Super PLD. Per erogare gradatamente le sostanze consentendo di sceglierne la quantità, senza spreco di prodotto. Ultrapeel® Transderm® Meso® System utilizza la microdermoabrasione preventiva al fine di facilitare il passaggio transdermico con tempi di applicazioni ridottissimi rispetto alla tradizionale iontoforesi. La vibrazione aggiuntiva inibisce il fastidio creato dall’impulso elettrico rendendo il trattamento piacevole per il paziente. L’azione preventiva della microdermoabrasione consente inoltre una standardizzazione delle caratteristiche della pelle, garantendo la riproducibilità della dose veicolata. Gli ioni negativi e positivi della sostanza vengono veicolati contemporaneamente come una iniezione. Ultrapeel® Transderm® Meso® System garantisce il passaggio transdermico grazie al Delivery Display che consente di monitorare in tempo reale, il passaggio transdermico, mantenendo la veicolazione continua ed omogenea grazie all’impedenzimetro. L’erogatore digitale rilascia la sostanza da veicolare in modo costante, garantendo velocità di azione ed evitando di sprecare il prodotto. L’erogatore possiede inoltre un’interfaccia variabile in modo da poter adattare, anche già ad erogazione iniziata, il trattamento alle caratteristiche cutanee del paziente.

Luce Pulsata ( IPL )

PulseBISLa nuova generazione della tecnologia di Luce Pulsata Mattiolipulse two è il nuovo sistema IPL progettato da Mattioli Engineering, con Piattaforma dual mode che consente di effettuare trattamenti di Skin rejuventation e Fotoepilazione con due applicatori di superfice diversa. Mattiolipulse two integra tecnologie che ne migliorano e facilitano l’utilizzo: una interfaccia multilingua, una interfaccia con trattamenti programmati e una interfaccia in modalità variabile chiara e semplice da utilizzare e che permette di aumentare le performance del dispositivo e i risultati. Mattiolipulse two garantisce trattamenti indolore per il paziente grazie alla sinergia tra raffreddamento ad acqua ed utilizzo delle celle di Peltier che abbassano la temperatura dell’area trattata fino a 10°C. Vantaggi Sicuro – Tecnologia Mattioli Engineering efficace e clinicamente testata. Indolore – Sistema di raffreddamento ad acqua e sistema di raffreddamento a celle di Peltier. Facile – Schermo touch screen per modificare i parametri di trattamento in ogni momento. Veloce – Uno spot al secondo e possibilità di lavorare in continua per 8 ore. Potente-Fluenza di energia fino a 30j/cm2.

Unita’ di primo soccorso e rianimazione

IMG_1401_2In una unica unità di pronto intervento su carrello sono riuniti: Defibrillatore; Pulsiossimetro; Bombola di ossigeno; Pallone di Ambu per la ventilazione assistita e tutti i farmaci di primo soccorso